Pagine

Hello, how are you all?
Sorry I haven't published much in the last two weeks but I have been busy working at +deco new website
I am so thrilled about the result! 
It is almost finished, we will launch it at the beginning of September. 
A new period of my blogging is starting and I can't wait to throw myself into it after having recharged the battery in August. 
It has been an intensive July in fact. The heat is taking a toll on me this year. 
Before leaving for UK, I wanted to show you Paola Navone's house in Milan.  
Paola Navone, the creative head of the super cool Italian brand Gervasoni, must have a few houses around Italy and Europe, one of which in Greece (see my previous post). 
Apparently this is the house where she lives and works consistently. 
It is located near Via Tortona Milano and it is, as usual, a manifesto of Paola Navone's style and love for navy blue. 

Ciao, come state? 
Scusate, non ho pubblicato molto nell ultime due settimane ma sono stata stra-impegnata a lavorare al nuovo sito di +deco.
Sono veramente felice del risultato!
E' quasi finito, lo lanceremo all'inizio di Settembre. 
Un nuovo periodo sta iniziando per il mio blog e non vedo l'ora di dedicarmici a pieno dopo aver ricaricato la batteria ad Agosto. 
E' stato un Luglio intenso. Il caldo mi sta esaurendo quest'anno. 
Prima di partire per l'Inghilterra, volevo farvi vedere la casa di Paola Navone a Milano
Paola Navone, la testa creativa del brand Italiano Gervasoni, deve avere un po' di case sparse fra l'Italia e l'Europa, una delle quali in Grecia (vedi il mio post precedente)
Sembra che questa nelle foto, sia quella che vive e lavora regolarmente. 
Si trova a Milano, vicino a Via Tortona ed è, come al solito, un manifesto dello stile e dello spassionato amore di Paola Navone per il blu mare. 





source Aphrochic

1 Some of the best rattan lights

Today it was a bank holiday in Rome. Yes, you heard me right, just in Rome. 
In Italy bank holidays are always certain dates. Sometimes it is in memory of an historical event (for example 2nd June, the day when the Republic was established), sometimes it is to celebrate a religious festivity (Christmas, Easter or 1st November) and once a year it is in honour of a saint (in this case, it changes accordingly to whereabouts you live in Italy).
I spent all day at the lake with some friends and my family and it was lovely. 
I was very tired, June has been socially busy as well, a hard test for the body considering you end up going out almost every night. 
I have a very summery post for you tonight about rattan lights
They emanate a nice light, give a tropical-exotic feel to the house and are gentle on your wallet. What else can you ask for?
This is my selection, I hope you like it. 
Stay tuned because I have more fabulous rattan furniture to show you!

Oggi era festa a Roma, S.Pietro e Paolo. Nella versione in inglese del post, ho spiegato ai miei lettori stranieri che quelle che le festività (bank holidays in inglese, perchè era il giorno in cui le banche erano chiuse) in Italia cadono sempre lo stesso giorno. In Inghilterra, ad esempio, sono - a parte le feste tipo Natale o Pasqua- di lunedì. In questo modo non corrono il rischio di perdere il giorno di festa perchè cade di domenica (quest'anno in Italia troppo spesso) ma non possono neanche fare il ponte. 
Ho speso tutto il giorno al lago con degli amici ed è stato molto riposante. 
Ero stanca, Giugno è un mese anche socialmente pieno e a forza di uscire la sera mi sono esaurita. 
Questo è un post molto estivo e di fatti si parla di luci in rattan.
Emanano una bella luce, danno un tocco esotico alla casa e non pesano sul portafoglio. 
Che altro chiedere? 
Questa è la mia selezione, spero vi piaccia.
State connessi perchè ho altri meravigliosi arredi in rattan da mostrarvi!

 Sangha collection from Dark at Night
from Habitat
from Rockett St George

in many different shades from The Family Love Tree
Sinnerling pendant from Ikea
Bolla by Gervasoni

1 The familiar world of Vito Nesta

Tonight I really feel like starting my new book "The beautiful fall - Fashion, Genius and Glorious Excess in 1970s Paris" by Alicia Drake. I am going to lay in bed, try to move as little as possible to stop sweating (it is 35 degrees here) and enter the magic world of  Yves Saint Laurent and Karl Lagerfield, the epitome of creativity, two elegant creatures who managed to be prolific for a lifetime because they fed their minds with art and culture, not just fashion. 
Even if I don't know him yet (by the way, I would love to meet you Vito, fancy a coffee next time I come to Milan?), I believe that Vito Nesta, the talent that designed the beautiful objects below, is a person who has something to say as well.  
His creations speak about a world that is disappearing in Italy but it is still part of our families, even if it is not in practice it lives on in the memory; it is a world where things were done slowly and properly, where things were repaired and not replaced. Thimbles, reels, balls of yarn, combs, shaving brushes, buttons are all part of the magic world of Vito Nesta
In his hands every day objects become evocative designs in trendy colors. 
My favourite? The nut and the thimble,  they went directly onto my wish list.
Which ones do you like best? 

Stasera voglio cominciare il mio nuovo libro "The beautiful fall - Fashion, Genius and Glorious Excess in 1970s Paris" di Alicia Drake. Mi voglio stendere a letto, muovendomi quanto meno possibile per non sudare (ci sono 35 gradi qui) ed entrare il magico mondo di Yves Saint Laurent e Karl Lagerfield, l'epitome della creatività, due creature eleganti che hanno saputo mantenersi prolifiche per tutta la vita perchè hanno nutrito le loro menti con arte e culura, non solo moda. 
Anche se non l'ho ancora incontrato (a proposito, mi piacerebbe conoscerti Vito; ti va un caffè la prossima volta che vengo a Milano?), sono convinta che  Vito Nesta, il talento che ha disegnato i bellissimi oggetti qui sotto, è  anche lui una persona con molto da dire. 
Le sue creazioni raccontano un mondo che sta sparendo in Italia ma che è ancora parte delle nostre famiglie, se non nei fatti nella memoria; è un mondo dove le cose venivano fatte lentamente e bene, dove gli oggetti venivano riparati e non sostituiti. Ditali, rocchetti, gomitoli, pettini, pennelli da barba, bottoni sono parte del magico mondo di Vito Nesta
Per sua mano gli oggetti di uso quotidiano diventano oggetti di design evocativi in colori alla moda. 
I miei preferiti? La noce e il ditale, sono già nella mia lista dei desideri.
E i vostri?



SalvaSalva

1 African inspired bathroom

I am over the moon! 
+deco is going through a restyling and it is becoming a website!
It was in fact about time to take a step forward and technically improve the interface of +deco in order to make the interface easier for the ever growing number of readers!
I have so many ideas in mind and a load of projects for the blog, including a competition but let's take one step at a time. 
Today I wanted to show you this little African inspired bathroom  by the LA based interior designer Amber Lewis
In order to achieve an African look you need the following elements:
-black
-african inspired patterns or design
-earthy colours
-plants 
-african inspired textiles.
Amber Lewis went for the full look and in fact when renovating the bathroom of her new office and retail space she used all the above elements.
The geometrical designed wallpaper is Mali from Amber's collection. On the other wall she used long and thin tiles that she painted in glossy black. The golden faucets are from Kohler
The wooden chest of drawers, the wooden round mirror, the pots and baskets insert an earthy colour. The beautifully textiled rug injects colour and texture. Two plants (that I am not sure are going to have a long life to be honest) and two cacti complete the look. 

Sono stra-felice! 
+deco si sta rifacendo il look e diventerà presto un sito!
E' ora di fare un passo avanti e migliorare tecincamente l'interfaccia di +deco per renderne più facile la fruizione e perchè sia più funzionale per i sempre crescenti lettori.
Ho molte nuove idee e tanti progetti per il blog (incluso un concorso) ma diamo tempo al tempo. 
Oggi volevo farvi vedere questa bagno ispirato all' Africa fatto da Amber Lewis interior designer di stanza a Los Angeles. 
Se vuoi ottenere un look africano, hai bisogno dei seguenti elementi: 
-nero
-motivi o disegni ispirati all'Africa
-colori della terra
-piante
-tessuti di ispirazione africana.
Amber Lewis ha optato per tutto il pacchetto e di fatti, nel rinnovare il bagno del suo nuovo ufficio e negozio, ha usato tutti gli elementi elencati qui sopra. 
La carta da pareti con disegni geometrici bianchi è Mali dalla collezione di arredi di Amber.  Sull'altro muro, ha usato piastrelle lunghe e sottili pitturate con vernice lucida nera. I rubinetti dorati sono di Kohler
La cassettiera di legno, lo specchio tondo e i vasi e cesti introducono i colori della terra. Il tappeto con quella bella trama inietta colore. Le piante (che secondo me lì non hanno vita lunga) e i due cactus completano il look. 



3 Sailors tattoos meet grandma

This is a post for tattooed people but not only. 
For instance I haven't got any tattoos. My taste and esthetic sense is continuously evolving and I have never wanted to commit on anything printed on my skin for ever. 
I am glad I haven't, to be honest. Nowadays it is more common having a tattoo than not (even over sixties have tattoos!) and the fascinating sense of rebellion that once came with them has disappeared. 
The estethic pleasure or affection is still there for many and I don't judge that. 
Anyway if I was going to have a tattoo, I would have gone for a old style sailor's chick or heart or a Japanese mafia design. 
When I saw these fabulous ceramics by Eva Gernandt, they made me think of sailors' tattoos (as well as granny's crochets and Jean Paul Gaultier). I love these plates and pots by By Mutti: the mental connection with the adventurous and reckless life of sailors and the inevitable association with tattoos make these old looking sets very street-style. 

Questo è un post per quelli che hanno tatuaggi, ma non solo. 
Per esempio Io non ho tatuaggi. Il mio gusto ed il mio senso estetico sono sempre in continua evoluzione e non ho mai desiderato avere li legame di un segno indelebile sulla mia pelle. 
Sono felice di non averlo fatto, in tutta onestà. Oggigiorno avere tatauggi è più comune che non averne, anche gli ultrasessantenni hanno dei tatuaggi e l'affascinante senso di ribellione insito nell'incidere inchiostro sulla pelle è, a mio avviso, sparito. 
Rimane il gusto estetico e su quello non mi pronuncio.
Se avessi voluto fare un tatuaggio, avrei probabilmente optato per un cuore o una ragazza stile marinaio o un design da mafia giapponese. 
Quando ho visto queste bellissime ceramiche di Eva Gernandt, mi hanno subito fatto pensare ai tatuaggi dei marinai. Adoro questi piatti e scodelle di By Mutti la connessione mentale con la vita avventurosa e spregiudicata dei marinai e l'inevitabile associazione con il mondo dei tatuaggi rende questo servizio d'ispirazione antica molto street-style. 


2 I need some Witamina D

I have been flirting with the idea of producing my own furniture for a while. I already have a list of designs I would like to make. 
The problem is that I need longer days and/or a fat inheritance that would allow me to concentrate on my projects without worrying. 
I could reduce my time sleeping or try to be more efficient but it looks like I have enough things on my plate at the moment, between work, the blog, the family and my essential weekly dose of social and cultural appointments. 
Perhaps I could cut the time I spend chatting -face to face, on the phone, on Whatsapp (which I am beginning to develop a sort of hatred for, read this for more funny complaining). It has become a world of people who speak too much without saying anything interesting?  
The best solution is probably the big fat inheritance. 
So I'm hearby announcing my availability for adoption prior to a presentation of assets and bank account records!!!! No time wasters please.
In the meanwhile, lets enjoy these charming designs from Witamina D, a polish design duo that create durable, simple things, using beautiful wood. 

Mi è balenata più volte l'idea di produrre degli arredi disegnati da me. Ho già una lista di design che farei. 
Il problema è che avrei bisogno di giorni più lunghi e/o di una grassa eredità che mi permetta di dedicarmi ai miei progetti senza pressioni. 
Potrei recuperare tempo dormendo meno o cercando di essere più efficiente ma mi sembra di fare già abbastanza, fra il lavoro, il blog, la famiglia e una dose di vita culturale e sociale, èer me vitale.
Forse potrei ridurre il tempo speso a chiacchierare -faccia a faccia, al telefono, su Whatsapp (verso cui nutro astio al momento, leggi qui). E' diventato un mondo di persone che parlano troppo senza dire niente (di necessario? di interessante? a voi l'ardua sentenza).
Mi sa che la soluzione migliore è la grassa grossa eredità. 
Apro ufficialmente le candidature per la mia adozione previa presentazione dichiarazione dei redditi; astenersi perditempo.
Nel frattempo, godiamoci questi interessanti design di Witamina D
un duo polacco che crea oggetti semplici e solidi, usando bei legni. 







1 Elegant extravaganza by Dirk Jan Kinet

I love this season! People seem to sparkle more when the summer arrives and my days are longer because I need to sleep less. A win-win situation, I can go out more!
I haven't done any changes to our flat for a while. I am in a sort of limbo, not knowing how long I am going to live in this house and really feeling like changing a lot, not just a little. 
I was attracted to the house in this post by the wall painting
It is so unusual and rich that it stands out even in the background of such an eclectic eye-catching collection of furniture. 
It is a deep-sea blue in the living room with a white pattern that at a closer look seems to be a sort of childish design. In the dining room the walls are a perfect shade of grey. In another room the wall is painted with strokes of blue and darker hues of blues and it almost looks like a textile. And again you have a lighter grey in the study, white tiles in the bathroom and greek blue tiles in the kitchen. Never up to the ceiling, notice. 
This fabulous house is furnished with classical pieces, portraits, seventies lamps, a pop dining table and chairs, stripes and different styles of wooden furniture. 
It is Dirk Jan Kinet's Mexican house, he is an interior designer who was a German philosophy scholar, an actor and has spent years living between Italy, Portugal and Istanbul.


Adoro questa stagione! 
La gente sembra essere più frizzante e leggera quando arriva l'estate e i giorni mi sembrano più lunghi perchè ho bisogno di dormire meno. Una situazione vantaggiosa, significa che posso uscire di più!
Ho cambiato poco o niente a casa mia negli ultimi mesi. Mi sento in una sorta di limbo, non so quanto staro' in questa casa e quello che veramente vorrei fare è rivoluzionare gli spazi. 
Sono stata subito attratta da questa casa per la pittura dei muri. E' così inusuale e ricca che risalta anche come sfondo di una collezione di arredi tanto eclettica ed appariscente. 
In sala c'è un blu profondo mare con dei disegni bianchi che da lontano sembrano astratti ma che hanno qualcosa di infantile da vicino. Nella sala da pranzo, c'è una perfetta tonalità di grigio. In un'altra stanza il muro è dipinto di un blu intenso con pennellate più scure tanto che sembra un tessuto. Ed ancora c'è un grigio più chiaro nell studio, piastrelle bianche in bagno e piastrelle azzurro Grecia in cucina.  
Il tutto mai quasi mai fino al soffitto, fateci caso.
Questa meravigliosa casa è poi arredata con pezzi classicheggianti, ritratti, lampade anni settanta, un set di tavolo e sedie in plastica bianca molto pop, righe e mobili in legno in differenti stili. 
E' la casa messicana di Dik Jan Kinet, un interior designer con un passato di studi in filosofia germanica ed anni da attore fra l'Italia, il Portogallo ed Istanbul. 


Photos by Pablo Zamora for AD Spain